Cascate di Fanes

9 Settembre 2018
cascate-fanes-1200x873.jpg

Cascate di Fanes

Zona: Tofana
Altezza: Dislivello: 550 mt
Tempi: 5 ore

Acque schiumose, canyons e mini vie ferrate. Con le sue gole e canyons, da Cortina, è una delle mète escursionistiche più popolari; i sentieri attrezzati che conducono alle due cascate del Torrente Fanes, inoltre, sono una vera e propria attrazione.

Strada di accesso:

parcheggio al ponte Felizon nella zona interna della Val del Boite, all?ingresso del ?Parco Naturale delle Dolomiti Ampezzane?, 8 km da Cortina.

Cascata Fanes di Sotto: Dal parcheggio al Ponte Felizon, inoltrarsi all’interno della valle attraverso il bosco, attraversare il torrente Boite. Poi a destra del torrente Fanes in dir. O fino ad una diramazione nel Pian di Loa. Seguire il segn. 10, poi a sin oltre il torrente Fanes. Salire con la strada fino al Ponte Alto (vista in profondità nel canyon dei torrenti) e raggiungere una energica curva a sin. (ca. 1385 m). Svoltare a destra; sul sent. segnato di blu («Via ferrata Giovanni Barbara«) in avanti, fino alla cengia detritica della parete merid. della gola.

Attraverso una lunga cengia rocciosa (fune d’acciaio) per 100 m; salire a sin. alla cascata Fanes di Sotto. Passare sotto la cascata poi, oltre una forcella (funi d’acciaio), proseguire in un canalone di blocchi. Scendere attraverso il canalone (parete alta 3 m; ganci di ferro, scala di legno) fino al fondo della gola. Inizialmente a sin. del torrente. poi (ponte) sulla sponda destra e là di nuovo sotto la parete merid. della gola. Quindi sulla »Via ferrata Lucio Dalaiti« che, su una stretta cengia rocciosa, sale per 4 m attraverso un’articolata parete (fune d’acciaio). Sulla cengia rocciosa (fune d’acciaio), si prosegue salendo attraverso una parete alta 3 m, una ripida fiancata alta 4 m, percorribile con pochi passi, e una fessura nella roccia. Girare, infine, intorno ad un angolo e salire alla strada, che verso destra, riporta al punto di partenza.

Cascata Fanes di Sopra: dall’energica curva a sin.« prendere il sent. n. 10, una scorciatoia per la valle di Fanes, che sale in un fossato boscoso in dir. O, fino alla strada di Fanes; su questa (sent. n. 10) proseguire fino alla località ?Sbarco de Fanest?, 1730 m. Scendere a destra e, sul sent. segnato di blu chiamato »Sentiero attrezzato alla cascata« ,scendere in dir. N alla cascata Fanes di Sopra«. Sulla Cengia di Mattia (fune d’acciaio), passare sotto la cascata, poi salire verso sin. su una parete alta 12 m (fune d’acciaio) fino ad una dorsale. Là sul sent. a destra del torrente che si inoltra nella valle, poi sulla sponda sin. e, di nuovo. sulla strada di Fanes. Su questa, mantenendo la sin., verso Sbarco de Fanes e ritorno al parcheggio.

Le descrizioni e i tempi di percorrenza sono indicativi al solo scopo di dare una indicazione preventiva, l’Hotel non risponde di eventuali cambi percorsi, chiusure strade o sentieri. Prima di partire informarsi negli Uffici di informazione turistica locali o presso le guide alpine. Si consiglia di utilizzare abbigliamento e calzature da montagna